Sezioni

XII settimana della Cultura (16-25 aprile)

XII Settimana della Cultura 16-25 aprile 2010

Il MiBAC dal 16 al 25 aprile apre gratuitamente, per dieci giorni, tutti i luoghi statali dell’arte: monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche con dei grandi eventi diffusi su tutto il territorio: torna la "Settimana della Cultura"

Nell'organizzazione della XII Settimana della Cultura questa Soprintendenza intende affrontare più temi che si pongono, in parte, in relazione alla conoscenza, attraverso visite guidate, di importanti cantieri dei quali, quello relativo al soffitto ligneo veronesiano della chiesa di San Sebastiano, ancora in corso, costituisce una autentica novità, mentre da poco terminato risulta il significativo intervento alle tele del Tintoretto nella Sala dell'Albergo della Scuola Grande di San Rocco.

In stretta connessione con la visita alle opere si intendere inaugurare un altro filone tematico, quello delle “case e luoghi d'artista”, che per quest'anno prenderà in considerazione le case di tre fondamentali pittori del Cinquecento veneziano, Veronese, Tintoretto, Tiziano. Attraverso l'analisi dei luoghi in cui hanno vissuto gli artisti si vuole cogliere l'ambientazione e forse l'influenza che questi luoghi possono aver esercitato sull'ispirazionwe stessa.

Continua l'attenzione per il cinquecentesco Palazzo Grimani, ora divenuto sede museale di una importante collezione antiquaria, al termine di un complesso restauro, nel quale sono previste due visite, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio StoricoArtistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Venezia e dei comuni della gronda lagunare, al fine di divulgare ulteriormente la conoscenza di questo “unicum” architettonico e decorativo di cultura romana a Venezia.

Verrà riproposta anche una visita alla chiesa di San Giovanni Elemosinario, ove la Soprintendenza ha diretto importanti interventi di restauro, tra i quali si citano gli affreschi riscoperti della cupola attribuiti al Pordenone.

Non mancherà una visita anche al complesso dell'Arsenale preceduta da una lezione introduttiva all'itinerario di visita, nella sala della Biblioteca Dante Alighieri, per venire incontro alle aspettative del grande pubblico.

Anche nella programmazione dell'anno in corso la Soprintendenza, in collaborazione con l'ANFFAS (Associazione nazionale disabili intellettivi e relazionali) e l'AIPD (Associazione italiana persone Down) dedica in particolar modo ai disabili e alle loro famiglie, ma comunque aperta a tutti, una conversazione dal titolo “Creature dell'acqua”.

In collaborazione con il Comune di Venezia, Direzione Programmazione e Controllo, Servizio legge Speciale e con l’importante contributo della Protezione Civile-Servizio Beni Culturali con i quali si sta conducendo una schedatura degli elementi storici dell'arredo urbano del centro storico di Venezia, la Soprintendenza intende offrire un itinerario guidato alla scoperta di tali elementi artistici, considerati, a torto, ”minori”, tra i sestieri di Santa Croce e San Polo.

Valuta questo sito