Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Restauri Grande Guerra (1915-1918) Santa Croce Chiesa di San Simeone Profeta vulgo San Simeon Grande 2
Azioni sul documento

Chiesa di San Simeone Profeta vulgo San Simeon Grande 2

VENETO, Venezia, Santa Croce, Campiello San Simeone Grande

  • oggetto: lapide commemorativa ai caduti
  • collocazione specifica: Chiesa di San Simeone Profeta, vulgo "San Simeon Grande", facciata, a destra del portale d'ingresso
  • data: 1923
  • autore: Dall'Era, Romeo; Manarin, Giacomo
  • materia: pietra d'Istria
  • descrizione: Lapide commemorativa rettangolare, divisa in due comparti da un fregio animato da motivo decorativo a foglie di alloro a destra, e a foglie di quercia a sinistra; al centro, croce greca inscritta entro un tondo con cornice a listello piatto. La stessa tipologia di cornice si ritrova anche lungo i bordi della lastra.
  • notizie storico-critiche: La lapide fa pendant con un'altra epigrafe, di medesima fattura, collocata sul lato opposto del portale d'ingresso della  chiesa. Entrambe le opere, in ricordo dei caduti di guerra della parrocchia di San Simeone Grande, furono ideate dallo scultore Romeo Dall'Era e da Giacomo Manarin, suo collaboratore; esse vennero inaugurate il 21 gennaio del 1923, dopo che la Soprintendenza ai Monumenti di Venezia aveva approvato l'esecuzione dell'opera in data 19 ottobre 1922. La Giunta Municipale contribuì con 200 lire e, secondo quanto si legge nel progetto elaborato da Dall'Era, si decise per la creazione di due lapidi in cui "una fascia di alloro e di quercia e la croce centrale" avrebbero rappresentato "la fede nel sacrificio di coloro che caddero per la patria". Il laboratorio "Marmi Artistici" intitolato a Romeo Dall'Era è tuttora esistente e ha la propria sede a Venezia, nel sestiere di Cannaregio (civ. 2292/E). Aperto nell'anno 1900 dal giovane scultore, all'epoca appena diplomato all'Istituto d'Arte, divenne uno dei più importanti laboratori cittadini di lavorazione del marmo. (Vedi Archivio Comunale Celestia, Venezia, posizione: 1921-1925, IX 4/9, fascicolo: 123/0/686).
           lapide commemorativa rettangolare, divisa in due comparti da un fregio animato da motivo decorativo a foglie di alloro a destra, e a foglie di quercia a sinistra; al centro, croce greca inscritta entro un tondo con cornice a listello piatto. la stessa tipologia di cornice si ritrova anche lungo i bordi della lastra.
     

Link al Catalogo Generale dei Beni Culturali (ICCD)

Scheda completa (pdf)

« giugno 2017 »
do lu ma me gi ve sa
123
4 5678910
111213141516 17
18192021222324
25262728 2930
 

Sviluppato con Plone CMS, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: